THE SEA WITHIN

THE SEA WITHIN

I Greci nell’antichità utilizzavano diversi termini per definire il mare. Hals, il sale, il mare in quanto materia. Pelagos, la distesa d’acqua, il mare come visione, spettacolo. Pontos, il mare come spazio e via di comunicazione. Differenti modi di raccontare la dimensione liquida, ciascuno con il suo significato, la sua storia, il suo mito.

Allo stesso modo si potrebbe dire con “The Sea Within”: qui Gos Lab, affida le proprie riflessioni sul mare alla sua singolare arte narrativa, raccontata attraverso le storie di lupi di mare e surfisti.

Le migliaia di parole che formano l’opera rievocano il movimento continuo delle onde, l’inchiostro che si consuma delle penne usate ci riporta all’inesorabilità del tempo, sfumature e trame sottili che mettono

in luce le caratteristiche interiori ed estetiche di ogni personaggio, poiché quello che si vede è quello che c’è dentro. Se la penna può, la penna deve raccontare. Ma raccontare in arte, significa leggere oltre. Lo spettatore avrà così negli occhi lo sguardo di coloro che hanno scelto “il mare” e riuscirà a cogliere nell’insieme immagini che parlano di uomini sommersi da una vertiginosa quantità di sensazioni che solo il mare può dare.

"Captain wolf" 27.450 parole usate 89x11 cm -

"Ancient mariner" 26.013 parole usate 90x103 cm -

"Pirate" 34.196 parole usate 80x120 cm -

"The sailor" 24.949 parole usate 95x100 cm -

"Surfer" 34.523 parole usate 87x108 cm -

"El capitàn" 33.742 parole usate 92x120 cm -

Dettagli della tecnica usata: inchiostro gel, parole su tela.

Gos Lab - Surfing Concept Studio © 2019

CONTACT US

info@goslab.com

CREDITS

Fabio Fontana - Paola Secci